Le energie del ciclo mestruale: riconoscerle per gestirle

Le energie del ciclo mestruale riconoscerle per gestirleLe energie del ciclo mestruale: riconoscerle per gestirle – Articolo di Raffaella Menolfi

Dal titolo sembra un articolo destinato esclusivamente ad un pubblico femminile, ma così non è.

Affinché ci sia equilibrio, amore e rispetto nella relazione uomo – donna, e in generale nella società, è giusto e doveroso che anche gli uomini facciano la loro parte per conoscere e capire il mondo della donna e tutta la sua complessità.

Facile dire: Quella fa così perché ha le sue “cose”.

Più difficile invece informarsi e conoscere.

Conoscere per capire.

Capire per accettare e aiutarsi a vicenda.

Senza giudizi, ma con amore e rispetto.

La donna svolge un ruolo che solo lei è in grado di fare: quello di generare la vita.

Sembra un evento abbastanza scontato e banale.

Invece è tutto un meccanismo molto complesso.

Così come è complessa e nello stesso tempo meravigliosa la “macchina” del corpo umano.

Come funziona il corpo della donna?
Quali sono le fasi del ciclo mestruale?
Come cambia l’energia della donna da una fase all’altra del ciclo?

Il meccanismo che permette alla donna di partorire, funziona attraverso il ciclo mestruale: una volta al mese il corpo sanguina per qualche giorno.

Non è sempre così.

Cioè non è che la donna, già da neonata, ha il ciclo mestruale.

Ma è un fenomeno collegato alla crescita.

Le energie del ciclo mestruale: riconoscerle per gestirle

Con la pubertà il corpo si evolve, si trasforma e arriva la prima mestruazione.

La prima volta che una bambina sanguina si chiama menarca e segna il passaggio da bambina a giovane donna: il suo corpo è pronto per generare la vita.

Nell’antichità questo momento era molto importante e veniva celebrato e onorato da tutte le donne del villaggio.

Adesso forse gli viene data minor importanza.

Certo è che non è facile da affrontare per una bambina.

Infatti, da quel momento in poi, vivrà con la consapevolezza e con il “problema” che ogni 28 giorni circa il corpo sanguina, con tutte le conseguenze del caso.

È importante quindi affrontare questo momento di passaggio nel modo corretto, per permettere alla bambina di saperlo accettare e gestire.

Ad un certo punto il corpo della donna non è più in grado di generare nuova vita e il ciclo mestruale finisce.

Il corpo non sanguina più. Si entra così in menopausa.
Anche questo momento di passaggio va gestito in maniera adeguata e con la consapevolezza che sta iniziando una nuova fase della vita.

Ciclo mestruale fasi lunariIl ciclo mestruale ha una durata di circa 28 giorni, come il ciclo lunare.

Quindi c’è un collegamento molto forte tra la donna e la luna.

Prima dell’attuale calendario di 30/31 giorni i mesi duravano 28 giorni, seguivano l’andamento della luna e il ciclo della donna.

Il ciclo mestruale, si chiama ciclo perché è ciclico, si ripete una volta al mese ed è suddiviso in quattro fasi.

Ti capita di sentirti stanca, affaticata, di non aver voglia di stare con altra gente e di voler riposare?

E non sai spiegarti il motivo?

Oppure, al contrario, sei allegra, creativa e socievole?

Stai semplicemente attraversando una diversa fase del ciclo mestruale.

Ed è normale sentirsi diverse nelle diverse fasi.

Oltre a cambiamenti nell’umore e di diversi livelli di stanchezza, le fasi del ciclo mestruale si caratterizzano anche per cambiamenti fisici: equilibri ormonali, peso e gonfiore del corpo, ritenzione di liquidi, variazioni nel battito cardiaco, concentrazione, vista, udito, soglia di sopportazione del dolore.

Ciclo mestruale: perché è importante riconoscere le varie fasi e saperle gestire?

  • Per stare bene, con se stesse e con gli altri;
  • Per evitare inutili sensi di colpa se in alcuni giorni alcune cose non si ha voglia di farle;
  • Per organizzarsi meglio l’agenda degli impegni e appuntamenti vari;
  • Per allineare le energie fisiche-mentali-emozionali-spirituali.
Lo scopo del ciclo mestruale è quello di generare la vita.Tweetta!

Spesso questo non succede.

Ma la funzione creativa del ciclo mestruale rimane e quindi bisogna essere in grado di riconoscerla e utilizzarla per creare idee, progetti, oggetti artistici etc.

Tutto quello che si vive durante le varie fasi del ciclo mestruale non deve essere né represso né controllato, ma lasciato fluire attraverso la creatività e il riposo.

Quali sono le quattro fasi del ciclo mestruale e quali le loro caratteristiche energetiche principali?

    • Fase 1: Preovulazione o fase della vergine
      Inizia quando finiscono le mestruazioni. È un periodo di rinascita, di energia nuova ed entusiasmo. La donna appartiene solo a se stessa e si sente sicura, socievole, capace di risolvere i problemi, determinata, ambiziosa e concentrata. È il periodo adatto per iniziare nuovi progetti.
    • Fase 2: Ovulazione o fase della madre
      La donna si prepara alla maternità, non è più centrata solo su se stessa come nella fase precedente: diventa attenta ai bisogni del prossimo, irradia amore e armonia, si assume le responsabilità, mantiene e crea nuovi progetti. Ha un forte impulso creativo. È quindi il momento adatto per produrre qualcosa di concreto: dipingere, scrivere, suonare, cucinare o fare qualsiasi forma di artigianato.
    • Fase 3: Premestruale o fase dell’incantatrice
      L’energia si rivolge verso l’interno e può anche diventare impetuosa e trasformarsi in una potente forma creativa. La donna prende coscienza dei misteri della natura e la sessualità diventa più potente. Diventa consapevole del suo potere personale e dell’effetto che fa agli uomini. C’è un calo di concentrazione e di maggior intolleranza verso il mondo esterno. Migliorano i sogni e l’intuizione. Di contro la donna diventa più agitata e irrequieta, e se non capisce la causa può ulteriormente peggiorare la situazione provando anche rabbia e sensi di colpa. Le energie sono molto forti e possono andare in due direzioni opposte: la creatività o la distruzione. È quindi opportuno imparare a gestire bene questa fase, eventualmente praticando forme di rilassamento o meditazione.
    • Fase 4: Mestruale o fase della strega
      È ancora più profondo il contatto con il mondo interiore. È un periodo di introspezione e isolamento. Si sente un forte bisogno di rallentare i propri ritmi di vita, di dormire e sognare. Il livello di concentrazione è molto basso e questo può causare problemi e disagi nello svolgimento di particolari attività.

Come imparare a riconoscere le varie fasi del ciclo mestruale?

Come per qualsiasi altra cosa ci vuole un po’ di impegno e di pratica.

È consigliato tenere un diario mensile del ciclo mestruale, in cui segnare le varie informazioni che si ricavano grazie alla semplice pratica dell’autoascolto.

Ogni giorno si ascolta come ci si sente fisicamente ed emotivamente, cosa si ha voglia di fare e cosa no, e si segna sul proprio diario.

Dopo almeno tre mesi di auto osservazione si potranno vedere delle costanti in alcuni periodi ed altre in altri.

Le energie del ciclo mestruale: riconoscerle per gestirle

Ed ecco così individuate le proprie specifiche caratteristiche fisiche ed emozionali nelle varie fasi.

Nel diario vanno riportate le seguenti informazioni:

  • Data
  • Giorno del ciclo: il primo giorno del ciclo coincide con il primo giorno sul diario
  • Fase lunare
  • Sogni: se assenti, se vividi e gli elementi del sogno
  • Sensazioni e livello di energia: umore, emozioni, voglia di fare o di riposare
  • Salute: livelli di stanchezza, qualità del sonno, voglie di cibo
  • Sessualità: attiva, passiva, assente, etc.
  • Espressione esteriore: voglia o meno di pensare a nuovi progetti, creare oggetti, concentrazione, capacità di risolvere i problemi

Il diario può essere creato in due modi diversi:

  1. elencando in modo lineare giorno per giorno le caratteristiche osservate
  2. creando una ruota, un cerchio e suddividendolo in spicchi

Ogni spicchio corrisponde al giorno e all’interno si segna quanto detto sopra.

In questo secondo caso si ha maggior consapevolezza della ciclicità.

Va indicata anche la fase lunare, perché comunque il ciclo mestruale risente dell’influenza della luna.

Per le donne che hanno il ciclo perfetto della durata di 28 giorni, c’è un allineamento con le fasi lunari.

Si può parlare di Ciclo della luna bianca quando si ha l’ovulazione con la luna piena e Ciclo della luna rossa quando si ha l’ovulazione con la luna nuova e quindi il mestruo con la luna piena.

Ciclo mestruale diario

Il potere della donna sta nella sua ciclicità.

Bisogna imparare ad amarsi e accettarsi così come si è, in ogni fase del mese, senza giudizio.

Perché in ogni fase è racchiuso un enorme potere, da riconoscere, gestire e utilizzare.

Come sarebbe diversa la vita di ogni donna, di ogni madre, di ogni figlia se le donne avessero una maggior consapevolezza del proprio ciclo mestruale?

E se questa consapevolezza venisse riconosciuta e accettata anche dall’uomo e dalla società?

Le energie del ciclo mestruale: riconoscerle per gestirle – Articolo di Raffaella Menolfi

PS:

Se ti è piaciuto “Le energie del ciclo mestruale: riconoscerle per gestirle”, se hai domande, dubbi o altro da condividere, lascia il tuo gradito commento qui in basso, Grazie! 🙂