Fegato e Anima: come sono connessi?

Fegato e AnimaFegato e Anima: come sono connessi? – Articolo di Manuela Pia

Nella vita di tutti i giorni siamo esposti a molte sostanze tossiche che possono derivare da ciò che mangiamo o da ciò che viene in contatto con noi, che è nell’ambiente in cui viviamo.

Queste sostanze possono portarci stanchezza, spossatezza o anche depressione, debolezza del sistema immunitario o problemi alla pelle.

Se le tossine non vengono eliminate e anzi, continuano ad accumularsi, possiamo avere infezioni ricorrenti, problemi intestinali, patologie cardiache, diabete e addirittura arrivare al cancro.

Questo perché esse si accumulano nel corpo, andando a bloccare alcuni processi metabolici.

L’organo del nostro corpo che maggiormente si occupa di fare pulizia, e quindi eliminare le tossine dall’organismo, è il fegato.

 

Il fegato è l’organo preposto alla depurazione e al metabolismo.

La sua funzione è quella di usare tutti i nutrienti in maniera ottimale:

  • digerisce i grassi distribuendo gli acidi biliari e regola il loro trasporto influenzando la loro presenza nel sangue e in seguito determina se utilizzarli o conservarli come cuscinetti adiposi;
  • le proteine vengono trasformate per costruire la muscolatura e vengono creati enzimi importanti per la nostra sopravvivenza;
  • per gli zuccheri la funzione del fegato è quella di immagazzinarli oppure usarli per creare energia disponibile per tutti gli organi.

Lo zucchero purtroppo, è un elemento che sovraccarica il fegato, quindi dobbiamo imparare ad eliminarlo completamente dalla dieta, anche se oggigiorno è veramente difficile, perché esso si nasconde anche in alimenti che non ci aspetteremmo che lo contenesse.

Attenzione anche ai sostituti dello zucchero, le sostanze sintetiche che lo fanno lavorare a vuoto.

Anche questo può portare a danno epatico.

Fegato e Anima: come sono connessi? – Cosa possiamo fare per aiutare il nostro fegato?

Ad esempio seguire una dieta liquida, in modo da ridurre il lavoro del nostro organismo e darci i nutrienti senza appesantirci.

Attenzione però a non esagerare con la dieta liquida, perché apporterebbe molto fruttosio e un aumento dei livelli di insulina nel sangue.

Il digiuno è anche un buon modo per depurare il fegato.

È importante, per il benessere del fegato, assumere alimenti amari come salvia, cicoria e tarassaco per integrare le vitamine, i minerali e le fibre che ci vengono meno.

Esse attivano il metabolismo, stimolando la bile, il pancreas, il fegato e lo stomaco ad aumentare le secrezioni digestive e in questo modo attivano le funzioni depurative.

Possiamo aiutarci anche con le erbe, ad esempio:

  • il cardo mariano contiene la silimarina che protegge le cellule epatiche e le rigenera
  • l’estratto di carciofo inibisce la formazione di colesterolo nel fegato, andando a proteggere da malattie cardiocircolatorie e arteriosclerosi, inoltre è amaro, quindi in più va a svolgere le stesse funzioni della cicoria
  • la curcuma porta a secernere più acidi biliari che aiutano a digerire i grassi ed è stato dimostrato diminuisca il tempo di guarigione dopo i colpi apoplettici
  • l’ortica contiene molto ferro, è stimolante per il fegato e protegge le cellule epatiche
  • la radice di Arctium (Bardana) ha effetti protettivi da sostanze tossiche sul fegato e in più inibisce la separazione delle cellule tumorali

I calcoli biliari possono inibire la capacità del fegato di depurare il sangue, quindi rappresentano un ostacolo al mantenimento di uno stato di salute ottimale, nonché sono una delle maggiori cause di malattia.

Il Programma della Scuola di Coaching Energetico di Ana Maria Ghinet prevede l’attuazione mensile di un metodo di pulizia epatica.

Infatti è di fondamentale importanza liberarsi dalle tossine, poiché la chiarezza del nostro “sentire” passa anche da una buona “pulizia interiore”, anche fisica.

Il lavaggio epatico è un metodo di depurazione semplice, economico indolore e sicuro che può aiutarci ad alzare il livello di energia, liberarci dal dolore e donarci bellezza e chiarezza mentale.

Indici fisici dell’energia del nostro fegato sono la colorazione delle sclere e la forza di unghie e capelli.

Tuttavia sono tante le persone che, pur facendo attenzione a tutti questi aspetti per prevenire eventuali disturbi, lamentano problemi al fegato.

Qual è il motivo?

Fegato e Anima: come sono connessi? – L’importanza del Fegato nella connessione con l’Anima

Il nostro fegato è anche una porta dalla quale entra l’energia sottile ed è connesso con la nostra parte spirituale, e se c’è qualche blocco fisico automaticamente ne risentiamo anche a livello emotivo.

La nostra anima ci parla sempre, anche attraverso gli organi del nostro corpo.

Tramite il fegato ci fa capire quando “siamo fermi”, quando lasciamo che le emozioni prendano il sopravvento, di fatto “bloccandoci” nel nostro percorso esistenziale.

A causa della della sua funzione di “magazzino” del corpo, il fegato è particolarmente sensibile a tutte le dinamiche di “mancanza”.

Per esempio mancanza di:

  • amore
  • dialogo
  • ascolto
  • cibo
  • soldi
  • rispetto
  • attenzione
  • vitalità
  • coraggio
  • verità
  • ecc

Rudolf Steiner diceva:

Il fegato è l’organo che dà all’uomo il coraggio di mettere in atto un proposito; il fegato media la trasformazione di un pensiero in un’azione concreta.

L’antica medicina cinese dice che tutti gli organi sono legati ad emozioni specifiche.

Il fegato è collegato con le emozioni di rabbia, collera, difficoltà ad accettare gli altri e il rifiuto di sforzarsi.

Quando c’è un eccesso di queste emozioni, allora l’energia non fluisce più e nascono i problemi di salute.

Il fegato nella Medicina Ayurvedica è localizzato nell’elemento Fuoco, ciò che plasma e trasforma, ed è controllato dal Terzo Chakra.

Secondo la Medicina Cinese è localizzato nel Legno che è l’inizio, da dove parte l’Energia.

Il Fegato è la sede dell’AnimaTweetta!

Identificato con il coraggio, da qui il modo di dire di una persona coraggiosa che si dice abbia fegato.

Un altro modo di dire (e qui ritroviamo la saggezza dei detti popolari!) che ci spiega le funzionalità del fegato è rodersi il fegato dalla rabbia, essendo collegato con l’odio, la rabbia repressa, e tutto ciò può portare a palpitazioni, pianto, amaro in bocca, insonnia.

Il fegato però è anche collegato con le emozioni positive di gentilezza e generosità, quando le energie sono pulite ed equilibrate.

Il fegato è un organo spugnoso, con consistenza molle, che vive immerso nella sua totalità nell’elemento fluido.

Sarà per questo che esso regola tutto il bilancio idrico dell’organismo.

La sete, il cui centro è nell’ipotalamo, è regolata dal fegato.

Parlando dell’acqua, qui troviamo le forze formative della crescita e infatti troviamo nel fegato una capacità di crescita e rigenerazione che non esiste in altri organi: può ricostruirsi dopo che tre quarti della sua massa è stata asportata.

Nel fegato, essendo organo dell’elemento liquido, predominano i processi eterici.

Notiamo la sua asimmetria, spostato tutto a destra nella cavità addominale, la quale corrisponde al processo di volontà.

Se nel fegato c’è un blocco, si manifesta anche nella sfera della volontà e del movimento.

Infatti esistono diverse malattie congenite che hanno alla base un grave disturbo epatico.

Ciò che comincia nell’anima in modo fine e leggero, si condensa attraverso il fegato nei muscoli fino all’azione fisica.

Fegato e Anima: come sono connessi? – Articolo di Manuela Pia

Vuoi conoscere la Missione della Tua Anima?

Allora guarda questo:

 


In questo Video Omaggio scoprirai…

  • Come conoscere la tua Missione dell’Anima e come allinearti ad essa
  • Come connetterti direttamente alla tua Anima
  • Cosa ti sta spingendo nella direzione sbagliata

Clicca Qui per Ricevere il Video Gratis!


PS:
Guarda che bello questo video dell’ultimo “Allineamento alla Missione dell’Anima Live”: 😉

PPS:
Se ti è piaciuto “Fegato e Anima: come sono connessi?”, se hai domande, dubbi o altro da condividere, lascia il tuo gradito commento qui in basso, Grazie! 😉