Aprire il Cuore degli Altri con il Coaching


Aprire il cuore

Aprire il cuore degli altri con il Coaching – Articolo di Raffaella Menolfi

Cosa vuol dire aprire il cuore? A cosa si può aprire il cuore?

Il cuore si apre all’Amore e l’Amore si sente dentro, è uno stato dell’essere, una sensazione profonda di connessione con tutti e con tutto.

Chi apre il suo cuore ha una percezione fisica di apertura del torace e questo spazio viene riempito di Luce e Amore.

È una sensazione piacevole e strana.

Spesso dura poco, perché si tratta di una frequenza vibratoria molto elevata che non si è abituati a gestire.

Una volta provata viene voglia di riprovarla ancora, di andarla a cercare, fino a quando non diventa una condizione naturale di vita.

Quali sono i benefici dell’apertura del cuore?

  • Un cuore aperto porta a vivere relazioni più armoniose
  • Chi apre il suo cuore riesce a perdonare più facilmente gli errori degli altri, rispetta idee diverse dalle sue.
  • Chi ha un cuore aperto fa sentire la sua presenza nel momento del bisogno.
  • Un cuore aperto porta gioia.
  • Chi ha un cuore aperto vede la bellezza in ogni cosa, in ogni persona e in ogni situazione.
  • Un cuore aperto attrae più facilmente tutto ciò che desidera.
    La frequenza dell’Amore permette il funzionamento della famosa Legge di Attrazione, perché l’energia fluisce più liberamente, senza ostacoli o blocchi.
  • Chi si apre all’Amore prova un profondo senso di accettazione della vita, un senso di pace e armonia.
    Questa pace e armonia interiore si irradiano dall’interno di chi la sente verso l’esterno.
    Chi sta vicino ad una persona che ha un cuore aperto ne trae dei benefici.

È importante quindi aprire il cuore e aiutare gli altri a fare altrettanto.

Soltanto le persone con il cuore aperto sono in grado di cambiare il mondo.

Vediamo fuori di noi, nella realtà che ci circonda, tante cose brutte che non ci piacciono.

Ma questa è la realtà che abbiamo creato con un cuore chiuso.

Un cuore aperto crea una realtà basata sull’Amore, sulla gioia, sulla condivisione e sul rispetto.

Un cuore aperto crea un mondo di pace.


La pace che tutti a parole dicono di volere e che per prima cosa va cercata dentro di sé.

Come fare quindi ad aiutare gli altri ad aprire il cuore?

È proprio vero:

L’Amore è la forza più potente dell’Universo; è un impulso cosmico che crea, mantiene, dirige e informa ogni essere vivente.

Questa la credenza che si è tramanda nel corso dei secoli, forse dei millenni e condivisa da filosofi, scrittori, artisti, scienziati di tutto il mondo.

Di particolare effetto la frase scritta da Nello Ceccon (fondatore del Centro Studi Sciamanici) nel suo libro La creazione sciamanica:

Metti l’Amore nel tuo corpo, cerca di sentire l’Amore dentro alle tue cellule, così le cellule potranno cambiare geneticamente, e il DNA cambierà.

Come fare quindi ad aiutare gli altri ad aprire il cuore?

Puoi aprire il cuore degli altri con il Coaching. 🙂

Coaching significa potenziamento personale.

Si tratta di un percorso attraverso il quale un professionista (Coach) aiuta una persona (Coachee), a riconoscere e sviluppare le sue risorse, le sue competenze e le sue capacità, al fine di raggiungere degli obiettivi personali (Life Coaching), professionali (Business Coaching) o sportivi (Sport Coaching) prefissati durante le Sessioni di Coaching.

Quindi il Coach guida il Coachee dalla situazione attuale ad una situazione desiderata, l’obiettivo da raggiungere.

Aprire il cuore

Esiste il Coaching Classico ed il Coaching Energetico.

Nel Coaching Classico il Coach usa varie strategie di potenziamento personale, tra cui le domande potenzianti e varie tecniche di PNL (Programmazione Neuro Linguistica) per guidare il Coachee verso il raggiungimento dei suoi obiettivi.

Nel Coaching Energetico (ideato da Ana Maria Ghinet), il Coach, oltre agli strumenti del Coaching Classico, usa la Riprogrammazione Energetica del Punto Zero per riprogrammare le energie sottili che bloccano le situazioni materiali desiderate (finanziarie, familiari, sociali).

La Riprogrammazione Energetica del Punto Zero è una vera e propria Trasformazione Energetica, è un ritorno al Punto Zero di noi stessi, in cui tutto ciò che abbiamo appreso ed assorbito – dall’inizio di tutti i tempi e fino ad adesso – si azzera per lasciare spazio al sentire, non più al sapere.

Ana Maria Ghinet

Grazie quindi alla REPZero è possibile lasciare andare i condizionamenti, le emozioni, i programmi limitanti che fino ad ora hanno ostacolato il cammino, per lasciare spazio al nuovo, alla gioia e all’amore.

Al Punto Zero il vecchio che non serve più viene annullato e dallo stesso Punto si può creare tutto ciò che si desidera.

Caratteristica comune al Coaching Classico e al Coaching Energico è che la responsabilità del raggiungimento degli obiettivi è completamente a carico del Coachee.

E il raggiungimento degli obiettivi si realizza attraverso la messa in pratica di un Piano di Azione, cioè con delle azioni reali, materiali e concrete da fare.

Che cosa è l’Energia del Punto Zero utilizzata durante le Sessioni di Coaching Energetico?

Di questa potente energia ne parlano scienziati e studiosi di fama internazionale (Gregg Braden, Lynne McTaggart, Nader Butto, Bruce Lipton e Foster Gamble), che la conoscono a livello scientifico e teorico, ma ancora non hanno capito come fare per utilizzarla a livello pratico, nel concreto.

Il primo a scoprirla fu probabilmente Nicola Tesla (1856 – 1943), che si accorse che lo spazio vuoto in realtà è pieno di energia, un’energia che collega tutto istantaneamente.

Tesla fu sul punto di finire le sue ricerche per trasformare questa energia e diffonderla su tutto il pianeta senza fili, ma non gli fu possibile.

Questo vuoto pieno di energia è stato poi definito da David Bohm Potenziale Quantico o Campo di punto zero e da altri importanti studiosi Campo Tachionico.

Nel sul libro Il campo del Punto Zero Lynne McTaggart lo definisce così:

Il Campo del Punto Zero, è un oceano di vibrazioni microscopiche che, in tutto l’Universo, riempiono lo spazio esistente tra tutto ciò che è costituito di materia e che prima era ritenuto vuoto.

È la vera base del nostro Universo, un mare di energia pulsante in cui ogni elemento (quindi anche l’uomo) è connesso con qualsiasi altro attraverso una fitta ragnatela invisibile.

Si tratta di una scoperta in grado di sconvolgere la Struttura Economica Mondiale…

Aprire il Cuore degli Altri con il Coaching: come diventare Coach Energetico

Come si può fare per diventare Coach Energetico e quindi imparare a utilizzare l’Energia del Punto Zero?

Ana Maria ha canalizzato l’Energia del Punto Zero, che le ha spiegato come utilizzarla per trasformare la sua vita e guidare gli altri a fare altrettanto.

Ha deciso di mettere queste informazioni a disposizione di chiunque altro fosse pronto a gestirla, creando la Scuola di Coaching Energetico.

Frequentando la Scuola di Coaching Energetico è possibile imparare a usare l’Energia del Punto Zero, prima su se stessi e poi anche per aiutare gli altri ad aprire il cuore, ad aprirsi alla vita, all’Amore.

La Scuola è strutturata in 4 Livelli più il Master, che a sua volta è suddiviso in 3 Livelli:

  • Durante il 1° Livello si attiva l’Energia del Punto Zero.
  • Con il 2° livello si impara a Gestire l’Energia del Punto Zero utilizzando il Potere della Parola.
  • Al 3° Livello ci si ricorda dell’Essenza e si iniziano a risvegliare i Poteri Extrasensoriali.
  • Il contenuto del 4° Livello è top secret e riservato solo a chi ha frequentato i primi 3 Livelli.
  • Anche i contenuti del Master sono top secret.

Al termine dei 4 Livelli viene riconosciuto il Certificato di Coach Energetico.

Aprire il cuore

Nella Scuola di Coaching Energetico si fa il salto quantico interiore, da Coach, Formatore ed Operatore Olistico classico, a Coach Energetico, che può portare nel mondo la Consapevolezza dell’Energia del Punto Zero.

Il compito di ogni Coach, Formatore e Operatore Olistico è quello di risvegliarsi per primo per poi portare la Luce nel cuore delle persone che ama e conosce.

Ana Maria Ghinet

La Scuola di Coaching Energetico di Ana Maria Ghinet è completamente diversa rispetto a qualsiasi altra scuola di coaching.

Nelle altre scuole si svolgono dei corsi in aula, si fanno gli esercizi con i propri compagni di corso durante gli orari delle lezioni e poi, normalmente, ognuno viene lasciato al proprio destino.

Se hai imparato bene, altrimenti pazienza.

La Scuola di Coaching Energetico invece è strutturata in maniera completamente diversa.

Ci si incontra dal vivo e si fanno gli esercizi per imparare a mettere in pratica i potenti strumenti trasformativi che vengono messi a disposizione degli studenti.

Ma non finisce tutto con le lezioni in aula.

1) C’è il gruppo Facebook della Scuola, dove ci si sostiene a vicenda.

Se qualcuno ha raggiunto dei risultati li condivide e fa partecipe anche gli altri.

Se qualcuno ha delle difficoltà le scrive e ottiene il supporto di tutti.

Non si è mai soli, è una bella famiglia di Anime in evoluzione che si sostiene lungo il cammino.

Le prime Generazioni supportano le successive nel proseguimento armonioso della strada condivisa, mandando pensieri e vibrazioni potenzianti.

2) Oltre al gruppo Facebook, ci sono le Sessioni Formative dopo ogni Livello.

Le Sessioni Formative servono per far pratica nell’utilizzo degli strumenti.

Lo scopo è che ogni studente impari ad utilizzare bene tutti gli strumenti messi a disposizione, risultato possibile solo con tanta pratica.

Quindi ognuno si esercita a casa per conto proprio e una volta al mese è assistito da Ana Maria, così che se ci sono problemi o difficoltà se ne può tranquillamente parlare.

3) Inoltre ci sono i Webinar mensili dove ci si incontra per condividere i risultati.

Sono dei bellissimi momenti di incontro, in cui ognuno racconta agli altri i risultati raggiunti durante il mese.

La Guida della SCE e lo Spirito di Servizio

La caratteristica fondamentale che distingue la Scuola di Coaching Energetico da qualsiasi altro percorso è che tutto quello che viene fatto è guidato dallo Spirito della Scuola di Coaching Energetico, che alcuni chiamano affettuosamente l’Angelo della SCE.

Questo Spirito guida qualsiasi tipo di decisione, ogni passettino da fare e anche Ana Maria segue le sue indicazioni.

Indicazioni che vengono date per il massimo bene di tutti, al fine della massima evoluzione.

Lo Spirito della SCE sa cosa è giusto per ogni studente, per ogni Generazione di studenti e tutto viene gestito e organizzato seguendo la sua Guida.

La Scuola di Coaching Energetico è una Scuola di Vita, perché insegna veramente cosa è la Vita, fatta da 2 realtà: visibile e invisibile.

Saper gestire il mondo invisibile permette di creare, manifestare nel mondo visibile, materiale, con consapevolezza.

Grazie al percorso della Scuola si impara a diventare creatori consapevoli della propria realtà, della propria vita.

Come per qualsiasi altra scuola, anche la partecipazione alla Scuola di Coaching Energetico ha un suo investimento monetario da sostenere.

Ma, a differenza delle altre scuole, una parte dell’investimento può essere corrisposto non in denaro, ma attraverso la collaborazione.

Ogni studente, se lo desidera, può mettere al Servizio della Scuola i suoi doni, i suoi talenti e le sue capacità.

La condizione per portare avanti la collaborazione è che venga svolta con il cuore e non semplicemente con la mente.

Il cuore si deve sentire nelle azioni svolte. 🙂

È una bellissima opportunità per mettersi ognuno al Servizio degli altri e al Servizio dell’intero Progetto.

Nello stesso tempo, permette di mettere a disposizione degli altri i propri doni che, magari, al di fuori della Scuola, ancora non si è riusciti a manifestare e valorizzare.

Ecco una testimonianza di una Studentessa della Scuola di Coaching Energetico:

[L’IMPORTANZA DI TORNARE NEL PROPRIO POTERE PERSONALE]

Ciao a tutti carissimi <3 desidero condividere con voi la mia esperienza su quanto sia importante ritrovare il proprio Potere Personale.

Senza scendere nei dettagli, vi dico che in questo periodo sto vivendo una situazione difficile in famiglia, entrambi i miei genitori hanno seri problemi di salute.

In alcuni momenti ho provato tanta paura, tristezza, impotenza

La mia bambina interiore che non può avere il controllo della situazione e ha paura di perdere il papà e la mamma si è fatta molto sentire.

Alcune notti è stato molto complicato dormire, a causa delle preoccupazioni e delle aspettative negative.

Nonostante sia membro Gold dell’EnergetiClub da tanti anni e Coach Energetico, è assolutamente normale provare tutto ciò!

La cosa importante del percorso che stiamo facendo e dell’essere membro della Scuola di Coaching Energetico è la consapevolezza di ciò che viviamo e di tutti gli strumenti di aiuto di cui disponiamo.

Lavoro con Ana Maria ogni settimana in modo continuativo ormai dalla scorsa estate (prima una volta al mese), e soprattutto in questo periodo sono fondamentali le sessioni individuali di Coaching Energetico con lei.

Dopo la sessione di questa settimana mi sono sentita gioiosa, forte, ho avuto veri e propri attimi di illuminazione in cui ho sentito che tutto è possibile, anche i Miracoli, ero oltre la Matrix in uno stato di lucidità assoluta.

Avevo voglia di festeggiare, di gioire, infinitamente grata e strabordante di Amore e in alcuni momenti la mente mi diceva: “Non devi essere felice, non puoi in questo momento essere così felice, e per quale motivo?” 😉

In effetti all’apparenza c’erano solo motivi per essere triste e preoccupata e invece c’è tanto, tanto per cui essere grata!

A partire dall’amore che sento e vivo ogni giorno, dentro e fuori di me.

Poi per la sicurezza economica ritrovata (c’era sempre stata, ma io ero focalizzata su altro… su una mancanza che mi ero auto-creata e imposta), per l’accettazione, per l’apertura spirituale dei miei genitori e per la forza e l’attaccamento sano alla Luce e alla vita che stanno dimostrando, per il rispetto che provo per il percorso individuale altrui, perché ho ritrovato me stessa e non importa cosa accade fuori, l’importante è ciò che sono, ciò che è dentro di me.

Avrei tanto da dire, ma per condividere tutti i dettagli, gli eventi e i motivi per cui essere grata ogni secondo dovrei scrivere un post lunghissimo… e già questo lo è!! 😀

Ma ciò che sento di dirvi è che ok, è normale avere momenti down, vivere situazioni difficili e sentirsi giù, non bisogna mai scappare da questo, anzi, vederlo e viverlo fino in fondo se vogliamo essere autentici e non finti, ma è importantissimo tornare nel proprio Potere Personale appena possibile.

E se a volte sembra dura farcela da soli, ricordiamoci che abbiamo sempre a disposizione il preziosissimo aiuto del nostro Coach Energetico e Guida Ana Maria.

Aggrappiamoci con tutte le nostre forze alla Luce, ce la possiamo sempre fare, a volte con risultati straordinari e sorprendenti! Grazie <3

Valentina Demelas

Qui puoi trovare altre testimonianze degli Studenti della Scuola di Coaching Energetico.

Nel Coaching Energetico il Coach guida il Coachee a passare dalla mente al cuore, aprire il cuore e a entrare in contatto con la sua Essenza.

L’Essenza riconosce le illusioni della mente che quindi non ha più nessun potere.

Quando si è nel cuore il potere personale è illimitatoTweetta!

Aprire il cuore permette di vivere nel presente, nel qui e ora.

Nel momento presente tutto è perfetto esattamente così com’è e da questo punto è possibile creare la realtà desiderata, tutti gli scenari futuri sono possibili.

Se desideri anche tu aprire il cuore e vivere una vita serena e rilassata, creando relazioni armoniose con le persone che ti circondano e condividere questo stato di benessere con chi ami, partecipa alla prossima sessione dell’EnergetiClub. 🙂

Nell’EnergetiClub facciamo ogni mese una trasformazione energetica ed emotiva di dinamiche/problematiche relative al Coach Mindset: Allinea Mente, Cuore e Spirito
per aiutare gli altri a trovare la loro strada
grazie al Coaching Energetico.

La prossima Sessione è Mercoledì 22 Maggio:

“Apri il Cuore degli Altri con il Coaching”.

Per partecipare in diretta dal tuo PC, ISCRIVITI ALL’ENERGETICLUB.

Clicca qui per scaricare l’ebook omaggio “I 3 livelli del Coaching Energetico”

Aprire il cuore degli altri con il Coaching – Articolo di Raffaella Menolfi

PS:
Guarda che bella questa Riprogrammazione Energetica del Punto Zero di pulizia emozionale e apertura del Cuore ;):

PPS:
Se ti è piaciuto “Aprire il cuore degli Altri con il Coaching”, se hai domande, dubbi o altro da condividere, lascia il tuo gradito commento qui in basso, Grazie! 😉

Condividi sui social