Piante Sacre: energia, proprietà e utilizzo

Piante Sacre energia, proprietà e utilizzo[Piante Sacre: energia, proprietà e utilizzo – Articolo di Michela Nardone]

Il contatto tra uomo e mondo naturale ha molti aspetti, ma è sostanzialmente sempre e comunque una ricerca di sé e delle proprie origini.

Anche quando assume le forme più crudeli e l’essere umano ha comportamenti distruttivi, probabilmente rappresenta il rifiuto di qualche aspetto proprio che non si riesce ad accettare.

Una delle forme di contatto con l’essenza vera della natura, forse il più antico, è quello che ci lega al mondo vegetale.

Nato prima come mera forma di sopravvivenza e sostentamento, per l’uomo conoscere le piante e le loro caratteristiche è stato ben presto di importanza fondamentale: nei tempi più antichi, solo la capacità di distinguere tra quelle buone, non tossiche e ricche di nutrienti, e quelle velenose, ha fatto la differenza tra la vita e la morte.

Piante Sacre: energia, proprietà e utilizzo

Con il tempo e l’evoluzione, quest’uomo ancorché molto antico, ha cominciato a comprendere che dalla natura si poteva ottenere molto di più e che l’esistenza non era solo sopravvivenza e difesa dagli elementi esterni, ma anche crescita, miglioramento e capacità di trasformare gli eventi e dare loro una direzione diversa rispetto a quella iniziale: si inizia ad essere protagonisti del mondo, oltre lo spazio-tempo, e non più solo spettatori e vittime dell’ambiente circostante.

Piante Sacre SciamaniDa questa iniziale forma di consapevolezza nascono le prime forme di medicina, che cercano di dare una spiegazione, e quindi una regola, agli eventi.

In pratica, si cominciano ad osservare e sperimentare gli effetti, sia positivi che negativi, soprattutto delle piante e del loro utilizzo sul corpo umano, sia in termini curativi che di miglioramento del benessere.

Nel corso dei millenni le strade sperimentate sono state innumerevoli, con risultati molto diversi: se esiste oggi una medicina che ha sostanzialmente sostituito l’utilizzo di quanto disponibile in natura con la sintesi chimica, esistono ancora uomini che hanno tramandato le conoscenze antiche, che curano l’anima e il corpo insieme, senza distinzione alcuna, perché ne riconoscono l’indissolubilità e, in ogni sintomo esterno, riconoscono i segnali dello spirito.

Sono, queste, le pratiche sciamaniche, presenti ancora in quasi tutte le culture, con modalità diverse ma sostanzialmente affini tra di loro, nascoste alla generalità delle persone, ma comunque potenti e operanti.

Lo sciamano, sostanzialmente un guaritore, ha acquisito le conoscenze necessarie per attraversare i mondi del sensibile e delle energie invisibili, sia quelle più sottili ed elevate che quelle più basse.

Per operare la guarigione e la crescita di corpo, anima e spirito ha dovuto maturare una profonda conoscenza della natura e delle sue leggi.

Tra gli strumenti che a tale scopo, essa mette a disposizione si collocano, in maniera tutta speciale, le Piante Sacre, che non sono semplicemente le piante che hanno capacità curative (anche perché in qualche misura ogni pianta ha il suo effetto sul corpo umano), ma quelle che riescono a procurare stati alterati di coscienza, nei quali si riesce a connettersi con il mondo dello spirito e degli spiriti.

Grazie all’utilizzo delle Piante Sacre, si può salire ad un livello più elevato di coscienza, nel quale si riescono a riequilibrare flussi energetici disallineati e a riconquistare salute, energia e libertà.

In queste pratiche, lo sciamano fa da tramite fondamentale, oltre che con le sue doti evocative, anche con la profonda conoscenza delle piante sacre che va ad utilizzare.

Piante Sacre: energia, proprietà e utilizzo

Una delle esperienze più significative in tal senso è quella del centro e sud America, nel quale le antiche conoscenze degli Incas e degli altri popoli perduti hanno tramandato l’utilizzo delle piante sacre in cerimonie di vario tipo.

Piante Sacre TemascalIl loro utilizzo non avviene mai con leggerezza, e infatti richiede, oltre che la presenza costante dello sciamano che ne segue ogni fase, un periodo precedente di purificazione del corpo, tramite l’astinenza da ogni elemento che inquini il corpo: alcolici, caffè, carne, sesso.

Segue ancora una Cerimonia del Temazcal, che consiste in una procedura di purificazione del corpo e dello spirito in una capanna sudatoria nella quale il sudore porta via, allo stesso tempo, le tossine assorbite dal corpo e dallo spirito nel corso del tempo.

Quando il corpo si è purificato si può accedere ad altri tipi di cerimonie in cui lo sciamano utilizza le piante sacre e le loro energie con diverse finalità.

L’obiettivo comune è un innalzamento dei livelli di coscienza e consapevolezza.Tweetta!

I sensi, i cinque tradizionalmente usati, ma anche l’intuito personale, si acuiscono e sono in grado di percepire meglio l’ambiente circostante e il proprio ruolo in esso.

I diversi tipi di piante sacre utilizzate hanno la proprietà di semplificare il proprio modo di affrontare l’esistenza, ma anche la capacità di darsi risposte a quesiti che sino a quel momento sembravano insolubili, o a superare vecchi eventi traumatici, sopiti a livello di coscienza, ma ancora operanti nei livelli più profondi dell’inconscio.

La presenza di una guida esperta in questo tipo di esperienza è indispensabile, perché ne regola le varie fasi e consente all’individuo di elevare lo spirito e tirare fuori il proprio Sé.

Inoltre ha il dovere di accompagnare il soggetto nel caso in cui dovessero riemergere situazioni passate apparentemente dimenticate, ma che contengono ancora elementi di incompiutezza, per cui bisognerà finalmente affrontarle e lasciarle andare per ascendere ad un livello superiore.

Le Piante Sacre, quindi, sapientemente utilizzate, emanano un’energia che è, in definitiva, un’espressione delle energie sottili che attraversano tutto l’Universo: uno dei tanti strumenti che l’Universo mette a disposizione per riconnettere l’uomo alla propria Divinità Interiore, a quanto di più elevato possegga, la scintilla di divinità che alberga in ognuno.

[Piante Sacre: energia, proprietà e utilizzo – Articolo di Michela Nardone]

DISCLAIMER: in questo post si parla di guarigioni con le piante e di altri argomenti non riconosciuti dalla scienza ufficiale. Con questo post non si vuole in alcun modo istigare a lasciar perdere le cure tradizionali. L’autore non è un medico e l’invito è sempre quello di rivolgersi ad uno specialista per qualsiasi cura. Il post qui in alto ha un valore meramente informativo e di intrattenimento: ogni ulteriore proprietà che gli si voglia attribuire non è voluto dall’autore né dall’editore.

PS:
Guarda che bello questo video sulla guarigione sciamanica anche grazie all’aiuto delle Piante Sacre:

PPS:
Se ti è piaciuto “Piante Sacre: energia, proprietà e utilizzo”, se hai domande, dubbi o altro da condividere, lascia il tuo gradito commento qui in basso, Grazie! 🙂